Un Italia che aiuta RGB

 

Se vuoi contribuire all'azione del Comitato Locale di Settimo Milanese della Croce Rossa Italiana e a tutte le sue attività sul territorio, puoi sostenerci con una donazione economica o in beni e materiale.

DONAZIONI ECONOMICHE:
Le donazioni economiche ci permettono di proseguire con l'attività del comitato (manutenzione mezzi e sede operativa ad esempio) oppure di raccogliere fondi per campagne specifiche (l'acquisto di una nuova ambulanza ad esempio).

I canali per effettuare queste donazioni sono i seguenti:

 Bonifico bancario: IBAN IT 11 B 03359 01600 100000079289 intestato a C.R.I. - COMITATO LOCALE DI SETTIMO MILANESE

causale "Contributo a Sostegno dell'Attività Svolta";

Online tramite PAYPAL utilizzando il pulsante apposito

 

Button PAYPAL

 

Diventando Socio Sostenitore: Il socio sostenitore, a differenza del volontario, non presta direttamente e in prima persona servizio per la Croce Rossa ma decide ugualmente di sostenerla versando una quota associativa annua. Per informazioni contattaci!
   

Donazioni personali: presso la sede di via Libertà 33 - Settimo Milanese; presso i banchetti allestiti nelle varie manifestazioni; tramite i raccoglitori posti negli esercizi commerciali della zona.

N.B.: Le donazioni di natura economica godono di agevolazioni fiscali:
Le persone fisiche che effettuano erogazioni liberali in denaro alle associazioni di promozione sociale possono fruire della detrazione dall’Irpef nella misura del 19% da calcolare su un importo massimo di 2.065,83 euro. È necessario che le erogazioni siano effettuate tramite versamento postale o bancario, o con carte di credito, carte prepagate, assegni bancari o circolari.

Le imprese (imprenditori individuali, società di persone, società di capitali, enti commerciali, eccetera), invece, a fronte di erogazioni liberali in denaro a favore delle organizzazioni suddette possono dedurre dal reddito di impresa un importo non superiore a 1.549,37 euro o al 2% del reddito di impresa dichiarato.

DONAZIONI DI BENI E MATERIALE:
La Croce Rossa Italiana è incaricata a provvedere al ritiro dei beni fuori uso delle Pubbliche Amministrazioni (apparecchiature, computer, arredi, automezzi, abiti). La legge nasce per far sì che questi beni dismessi (se ancora utilizzabili perché in buono stato) possano diventare utili alla Croce Rossa Italiana per fini istituzionali interni oppure per alleviare le necessità di popolazioni o individui indigenti.
Non solo la Pubblica Amministrazione ma anche i singoli cittadini e le aziende possono sostenerci donando materiale utile alle nostre attività (materiale sanitario per l'ambulanza, materiale per i corsi dei volontari, divise per i volontari, arredi (scrivanie e sedie da ufficio, armadi e cassettiere, letti e materassi, raccoglitori e materiale di consumo da ufficio) e apparecchiature (televisore, computer, monitor PC, radio trasmittenti, fotocopiatrici, stampanti multifunzione, proiettori) per la sede del Comitato, materiale per attività all'aperto (gazebo e stand, tavolini e sedie richiudibili, banner roll-up e stampe di volantini pubblicitari), veicoli e allestimenti.

Per qualsiasi donazione di beni e materiali non esitate a contattarci!

N.B.: DEDUCIBILITÀ DELLE EROGAZIONI LIBERALI
Le persone fisiche e gli enti soggetti all’IRES, quali società ed enti commerciali e non commerciali, possono ridurre il reddito complessivo delle erogazioni liberali in denaro o in natura operate a favore delle Associazioni di Promozione Sociale (APS) iscritte nel registro nazionale.
La deduzione prevista è pari al 10% del reddito dichiarato e, comunque, non può essere superiore a 70.000 euro (più specificatamente, l’erogazione liberale è deducibile fino al minore dei due limiti).
Per fruire dell’agevolazione è necessario che le erogazioni liberali in denaro siano effettuate tramite banca, ufficio postale, carte di debito, di credito e prepagate, assegni bancari e circolari. Per quanto riguarda le erogazioni liberali in natura, è invece previsto che siano considerate in base al loro valore normale (prezzo di mercato di beni della stesse specie o similari).
Inoltre, il donatore, in aggiunta alla documentazione attestante detto valore normale (che può essere costituita da listini, tariffari, perizie, eccetera) deve farsi consegnare dal beneficiario dell’erogazione una ricevuta in cui siano indicati dettagliatamente i beni erogati e i relativi valori.
Divieto di cumulo: Questa deduzione non può cumularsi con altre agevolazioni fiscali previste da altre norme, indipendentemente dall’importo erogato. Ad esempio, se il contribuente effettua erogazioni liberali (anche a più beneficiari) per un valore superiore al limite massimo consentito di 70.000 euro, non potrà avvalersi, per la parte eccedente tale limite, del beneficio della deduzione o detrazione, neppure ai sensi di altre disposizioni di legge. La scelta effettuata per un tipo di agevolazione si applica a tutto il periodo d’imposta.

Grazie a nome dei Volontari del Comitato di Settimo Milanese.